News & Media

Abbiamo incontrato Bernadette Bevacqua Presidente e Amministratore Delegato di Henkel Italia

Bernadette Bevacqua A Forum Retail 2018 interverrà nella sessione “Brand journey 2023: la roadmap si gioca tra ricerca del prodotto, sostenibilità e   omnichannel excellence”, a suo avviso quali sono i driver da seguire per entrare a far parte della wishlist dei nuovi consumatori?

Già da tempo Henkel ha implementato una strategia fortemente basata sull’innovazione e sul forte orientamento al consumatore, grazie anche alla   promozione della sostenibilità e della diversity.

Innovazione intesa come un modo di vivere, di pensare e di approcciare il lavoro, una predisposizione sia mentale sia culturale, un processo nuovo.

In Italia, infatti, abbiamo il tasso più elevato di ricerca online da parte dei clienti: ciò significa che il consumatore si informa e instaura un dialogo diretto con l’azienda e con il mercato ben prima di comprare un prodotto nel punto vendita.

Ne deriva che oggi sono fondamentali, e come tali vanno studiati, i bisogni legati all’emotività e alle caratteristiche personali del consumatore da cui deriva la sua wishlist personale.

In sintesi dunque l’omnichannel è un punto importante per l’acquisto, ma come opportunità di conoscere, curiosare, ancora prima che per acquistare.

 

Henkel è un’azienda da sempre impegnata sul fronte della sostenibilità ambientale, quali nuovi progetti state implementando per sensibilizzare i clienti?

La sostenibilità è un tema fondamentale per Henkel e da sempre rappresenta un perno della cultura e dei valori del Gruppo, non riconducibile unicamente al tema “green”: Henkel infatti è attiva in questo campo fin dai primi del ‘900.

Un esempio lampante è la campagna Save the Water per sensibilizzare a un utilizzo responsabile di un bene prezioso come l’acqua, anche attraverso apposite diciture poste sulle confezioni dei nostri prodotti. Abbiamo anche studiato alcune iniziative interne come la scelta di avere una mensa salutare, nella quale i dipendenti possano scegliere cibi sani per la loro alimentazione, oppure una consistente campagna anti fumo dedicata alla popolazione aziendale.

 

42 anni, siciliana, a capo di un’azienda che si occupa di produzione di prodotti per la cura corpo e dei capelli; detersivi, adesivi e sigillanti con un fatturato di diversi milioni di euro. Qual è il suo stile di leadership in azienda?

Prima di tutto sono convinta che le caratteristiche personali debbano sposarsi con quelle dell’azienda che si rappresenta e per la quale si lavora: avere un forte commitment, infatti, è un caposaldo per riuscire a ottenere buoni risultati. Credo che uno dei privilegi della mia esperienza sia stato senza dubbio crescere in una realtà, quella di Henkel, che sento mia a tutti gli effetti: lavoriamo con uno scopo, che include valori, obiettivi comuni da raggiungere e una strategia chiara da seguire. 

Sono inoltre convinta che, a livello più generale, alla base del successo professionale ci sia sempre tanta passione e motivazione. Ecco perché desidero mettermi alla prova continuamente e aggiornarmi in maniera costante: ciò mette in luce la mia parte più trasparente, credibile e aperta al confronto e sono proprio queste le caratteristiche che il mio team apprezza maggiormente della mia figura.